TARANTO LA CITTA' SPARTANA

L’UNICA AL MONDO 

SITO IN COSTRUZIONE

SITO IN COSTRUZIONE aggiornato LUNEDI 18/09/23 ore 22.39

EVENTI IN PRIMO PIANO

L' Associazione IKKOS - ATLETI TARANTO

Nereidi di Taras - Associazione Neopolites

Aggiungi qui il testo dell'intestazione

IL RITORNO DI PERSEFONE

COME LA RACCONTANO I FOTOGRAFI

PRIMA GARA NAZIONALE

I nostri mari interni sono una potenziale fucina di Storia, di Sport, ma anche e soprattutto di Economia e rappresentano da sempre una risorsa strategica per questa nostra meravigliosa Città. Lo scriviamo da sempre, che UNA TARANTO DIVERSA E’ CONCRETAMENTE POSSIBILE, nonostante si continui in alcuni ambienti arcinoti a negare e a contrastare questa naturale vocazione. Questa mattina 11 Giugno 2023, come si evince da questi scatti e grazie alla cortese e preziosa disponibilità del Comando SVAM – Scuola Volontari Areonautica Militare, il secondo seno del Mar Piccolo era pullulante di energia positiva.

Aggiungi qui il testo dell'intestazione

IL COMUNE DI LEPORANO E LE ATTIVITA' ESTATE 2023

STORIA DA RACCONTARE

QUANDO VEDRAI PIOVERE DAL CIELO SERENO, CONQUISTERAI TERRITORI E CITTÀ

L’antica Sparta è una delle città più famose della Grecia classica
L’antica Sparta è una delle città più famose della Grecia classica. La società spartana era nota per i suoi guerrieri altamente qualificati, gli amministratori elitari e il suo rispetto per lo stoicismo, le persone oggi guardano ancora agli spartani come cittadini modello in un’antica società idealista.

Tuttavia, come spesso accade, molte delle percezioni che abbiamo della Sparta classica si basano su storie eccessivamente glorificate ed esagerate. Ma era ancora una parte importante del mondo antico che vale la pena studiare e comprendere.

Tuttavia, mentre la città stato di Sparta era un attore significativo sia in Grecia che nel resto del mondo antico a partire dalla metà del VII secolo a.C., la storia di Sparta finisce bruscamente. Lo stress sulla popolazione derivante dai severi requisiti di cittadinanza e dall’eccessiva dipendenza dal lavoro degli schiavi, combinato con la pressione di altre potenze nel mondo greco, si rivelò eccessivo per gli spartani.

E sebbene la città non sia mai caduta a causa di un invasore straniero, era un guscio di se stessa quando i romani entrarono in scena nel II secolo a.C. Ancora oggi è abitata, ma la città greca di Sparta non ha mai riacquistato il suo antico splendore.

Fortunatamente per noi, i Greci iniziarono a usare una lingua comune nell’VIII secolo a.C., e questo ci ha fornito una serie di fonti primarie che possiamo utilizzare per scoprire l’antica storia della città di Sparta.

Per aiutarti a capire di più sulla storia di Sparta, abbiamo utilizzato alcune di queste fonti primarie, insieme a una raccolta di importanti fonti secondarie, per ricostruire la storia di Sparta dalla sua fondazione fino alla sua caduta.

.Con il termine antica Grecia (o anche Grecia antica) si indica la civiltà sviluppatasi nella Grecia continentale, in Albania, nelle isole del Mar Egeo, sulle coste del Mar Nero e della Turchia occidentale, nella Sicilia orientale e meridionale, sulle zone costiere dell’Italia meridionale (complessivamente denominate poi Magna Grecia), in Nordafrica, in Corsica, in Sardegna, sulle coste orientali della Spagna e quelle meridionali della Francia.

La cultura greca, nonostante la conformazione geografica del continente favorisse l’insorgere di molteplici unità politiche a sé stanti (le poleis), fu un fenomeno omogeneo, che interessò tutte le genti elleniche, accomunate dalla stessa lingua; attribuiva molta importanza alla conoscenza e alla ricerca della verità: per i greci avvicinarsi alla verità significava avvicinarsi alla divinità, pertanto attribuivano un carattere quasi religioso alla conoscenza e alle scienze; in questo contesto gli antichi greci avevano intuito l’importanza della matematica nella ricerca di una conoscenza più vicina alla verità e questo spiegherebbe come la civiltà greca sia riuscita, nel giro di pochi secoli e con una popolazione limitata in numero, a raggiungere notevoli traguardi nella filosofia, nella matematica e nelle scienze.

La Laconia (in greco anticoΛακωνίαLakonía) è una regione storica dell’antica Grecia, parzialmente coincidente con l’attuale omonima unità perifericaCapoluogo della Laconia era Sparta, che si ritiene sia stata rifondata nel 1100 a.C., dalle tre tribù doriche, Illei, Panfili e Dimani, dopo la discesa dei Dori nel Peloponneso. Precedentemente era un insediamento arcaico acheo. La città di Sparta fu fondata nel 900 a.C. dal sinecismo di quattro villaggi: Limne, Pitane, Mesoa e Cinosura (inizialmente anche Amicle). Sorse sui resti di Lacedemone, un’antica città abitata dagli Iloti, divenuti in seguito la classe sociale meno agiata del mondo spartano. Tra l’VIII e il VII secolo a.C. Sparta comincia ad espandersi e conquista la Messenia; si allarga anche verso la Cinuria, pianura eternamente contesa tra Sparta e Argo, motivo della loro inimicizia. Nel 700 a.C. si pone Licurgo, mitico legislatore spartano che dà per primo una costituzione alla polis.

In questa regione ebbe sviluppo il dialetto dorico, che fu il più diffuso in tutto il mondo greco. Questa lingua presenta alcune differenze ortografiche rispetto al dialetto attico, meno diffuso ma ritenuto più forbito.

Una parte di essa, la Maina fu una regione politicamente autonoma, persino sotto l’Impero Ottomano, continuando la cultura politico-militare dell’ antica Sparta.

Taras nella sua storia ha ripetutamente collaborato e intrattenuto rapporti commerciali e militari con la madre Sparta. Numerosi storici riportano di eventi che vedono i guerrieri spartani, dediti alla guerra, al fianco della cavalleria Tarantina sia contro i lucani, che contro gli Iapigi che contro lo stesso impero romano. Si narra che addirittura un re di Sparta, Archidamo III diede la propria vita per difendere la città di Taras e la sua morte viene ricordata come giusta ed eroica. Taras invece non tese mai la mano ad Atene al punto che negò nel 415 a.C. l’attracco al porto delle navi ateniesi durante la spedizione ateniese verso la Sicilia. Il simbolo della città di Taras fu lo scorpione, voluto dal fondatore Falanto. Tuttavia, a seguito della sua morte, in senso di ringraziamento al guerriero che fondò Taras, i cittadini decisero di coniare monete con la famosa effigie di Falanto che vittorioso cavalca il delfino. Lo stemma presente sullo statere è oggi il simbolo della città.

Da quanto riportato dalle fonti storiche, Taras (odierna Taranto) è stata l’unica città fondata da Sparta e ciò avvenne nel 706 a.C. Eusebio di Cesarea riferisce che gli spartani navigarono verso il meridione d’Italia in cerca di nuove terre da conquistare per espandere i propri confini commerciali e territoriali. Gli spartani dunque guidati da Falanto sbarcarono nel porto naturale di Saturo già occupato dagli Iapigi e ne fecero razzìa. Dopo essersi insediati viaggiarono verso l’interno alla ricerca di una localizzazione militarmente più difendibile e al contempo più compatibile con le necessità del popolo. Giunsero dunque nella zona di terre situata tra i due seni del mar grande e mar piccolo e ivi edificarono la Polis TARAS secondo i criteri greco classici (Akropolis, agorà e necropolis). Taras conobbe il periodo di massimo splendore sotto la guida di Archita, conìo una propria moneta e si garantì un’egemonia indiscussa per l’intero periodo magno-greco.

Gli Spartani che parteciparono alla fondazione di Taranto (data tradizionale: 706 a.C.) o, se la città già esisteva, vi si trasferirono in quel tempo dalla Laconia. Gli antichi davano varie e contrastanti spiegazioni del termine (gr. παρθενίαι «figli di vergini»): forse erano figli nati dal connubio illegittimo di spartiati con donne appartenenti alla classe degli iloti che, non avendo diritti politici in patria, preferirono trasferirsi altrove.

Il progettista di "Taranto, la Città Spartana" - Dott. Marco De Bartolomeo

La cerimonia al tempio greco

I Fratelli Spartani dopo 2721 anni a Saturo

LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI LOCALI

IL MONDO DELL' ASSOCIAZIONISMO CHE CONDIVIDE L'INIZIATIVA

Sono numerose le Associazioni che si sono identificate con la narrazione greco/spartana e che operano da anni in varie discipline sportive e non solo. Questo è un elenco provvisorio. che cercheremo di coinvolgere perchè racconta iniziative molto apprezzate e seguite.

ISTITUZIONI INTERNAZIONALI

Eventi Spartani

QUANDO VEDRAI PIOVERE DAL CIELO SERENO, CONQUISTERAI TERRITORI E CITTÀ

1

 Storia

2

Corsi

3

Relazioni

4

Esperienza

EDITORIA E MercHandising Spartano

Le nostre proposte

Computer

Elenco_1

Photography

Elenco_2.

Ceramiche

Elenco_3

Magliette

Elenco_4

SITO IN COSTRUZIONE

COSA SUCCEDE NEL MONDO SPARTAN

In giro per il mondo alla scoperta di un BRAND IRRESISTIBILE CHE IL MONDO HA ADOTTATO E SFRUTTA

Social Science

Eccitanti scoperte

Sito in costruzione

Climate Change

Viaggerai nella Storia

Sito in costruzione

Community Outreach

Atmosfere magiche

Sito in costruzione

Your Future IS SPARTAN

QUANDO VEDRAI PIOVERE DAL CIELO SERENO, CONQUISTERAI TERRITORI E CITTÀ